Marco Almagisti: “La democrazia può fare a meno dei partiti?”

  • pubblicato in: Autori
  • 15 gennaio 2015

Continua il ciclo di Lezioni Sulla Democrazia, ospite del terzo incontro, il professor Marco Almagisti. Docente di Scienza Politica all’Università di Padova, tra i suoi principali interessi di ricerca si annoverano la teoria empirica della democrazia, l’analisi del capitale sociale e della cultura politica, il ruolo dei partiti e dei gruppi di pressione e lo studio del sistema politico italiano in ottica diacronica. Verrà a Livorno per parlare del rapporto tra democrazia e partiti politici, e soprattutto se può esistere una democrazia senza un sistema partitico alla base. Marco Almagisti, dal 2004 coordina con il professor Leonardo Morlino lo standing group “Qualità della democrazia” della Società Italiana di Scienza Politica (SISP), dal 2006 è membro della Società per lo Studio della Diffusione della Democrazia (SSDD) e dal 2007 è membro della Società Italiana di Studi Elettorali (SISE).
L’appuntamento è per venerdì 23 gennaio alle ore 17 presso la Camera di Commercio, in piazza del Municipio 48.
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo:
1. Almagisti M. (2011), La qualità della democrazia in Italia. Capitale sociale e politica. Nuova edizione, Roma, Carocci.
2. Almagisti M., Piana D. (a cura di) (2011), Le parole chiave della politica italiana”, Roma, Carocci.
3. Almagisti M., Iazzetta G. (2011), “Accountability”, in Almagisti, Piana (2011), pp. 55-78.
4. Almagisti M. (2011), “Il primo dopoguerra fra partiti di massa e società locali”, in M. De Nicolò (a cura di), “Dalla trincea alla piazza. L’irruzione dei giovani nel Novecento”, Roma, Viella, pp. 133-50.
5. Almagisti M., Grimaldi S. (2011), “Max Weber e le aporie della democrazia. Attualità di una riflessione”, in “Democrazia e diritto”, XLVIII, 3-4, pp. 475-505.
6. Almagisti M. (2010), “Considerazioni sulla qualità delle democrazie contemporanee”, in A. Pizzorno (a cura di), “La democrazia di fronte allo Stato. Annale 2010 della Fondazione Feltrinelli”, Milano, Feltrinelli, pp. 49-60.
7. Almagisti M., Grimaldi S. (2010), “Il programma secondo gli elettori”, in G. Pasquino, F. Venturino (a cura di), “Il Partito Democratico di Bersani”, Bologna Bononia University Press, pp. 211-27.
8. Almagisti M., Morlino L. (2010), “La qualità della democrazia in Italia. Tra leader e partiti”, in M. Castagna (a cura di), “Uscire dalla Seconda Repubblica”, Roma, Carocci, pp. 58-81.
9. Almagisti M., Grimaldi S. (2009), “C’è del nuovo a Nordest: i partiti dopo la parabola del Veneto bianco”, in “Democrazia e diritto”, XLVI, 3-4, pp. 132-50.
10. Almagisti M. (2008), “Rappresentanza e partecipazione”, in “Rivista Italiana di Scienza Politica”, XXXVIII, 1, pp. 87-115.

Gli uomini preferiscono la certezza all’incertezza. Ma l’opzione per la democrazia è precisamente un’opzione per l’incertezza rispetto agli esiti di ogni elezione, di ogni voto.

Albert Hirschman

Testi