Gli studenti del Classico a scuola di democrazia e comunicazione politica

  • pubblicato in: News
  • 22 maggio 2015

Si è concluso il progetto sul tema della democrazia che ha coinvolto le classi quinte del liceo Classico. Si tratta di un percorso avviato già da diverso tempo e che per questo anno ha visto il contributo della Fondazione Memorie Cooperative.

Da due anni le classi quinte del liceo, con indirizzo comunicazione, lavorano sul tema della comunicazione politica: “Lo scorso anno – spiega Maria Antonietta Monaco, docente di storia e filosofia che si occupa di portare avanti il progetto – i ragazzi hanno analizzato il ruolo svolto dai manifesti politici, quest’anno ci siamo concentrati sui partiti e sull’uso di Twitter da parte dei politici italiani”.

Nei mesi scorsi gli studenti della 5°A e 5°B hanno incontrato Enrico Mannari, direttore scientifico della Fondazione, per una lezione sulla democrazia e sulla comunicazione. Il risultato finale del progetto, portato avanti dalla professoressa Monaco, è stato di produrre vari lavori che i ragazzi delle due quinte hanno presentato, nei giorni scorsi, agli studenti delle classi prima, seconda, terza e quarta indirizzo comunicazione. Al centro degli elaborati un’analisi sulla comunicazione politica partendo da Hitler e Mussolini, che hanno fatto di questa tipologia un’arma vincente per sollevare le masse, passando ai primi talk show televisivi, fino a Internet e all’uso dei social network, divenuti elemento fondamentale della comunicazione dei nostri politici. Infine un sondaggio sul tema della democrazia rivolto agli studenti del liceo.

A esporre gli elaborati: Matteo Jeracitano, Filippo Pini, Maria Gabriella Donadeo, Leone Spinelli, Alessandro Colombini, Claudia Caturegli, Marina Maffei e Greta Gronchi. Interessanti sono stati i risultati emersi dal sondaggio che ha evidenziato una diffusa mancanza di fiducia verso i politici che “guardano ai propri interessi e non a quelli dei cittadini”, si legge tra le risposte, e la percezione di non sentirsi parte della vita politica del paese.

Di seguito le immagini della presentazione dei progetti delle due quinte agli altri studenti.

classico 1

classico 2

classico 3

classico 4

classico 5

classico 6

Il movimento elettorale ha una funzione certamente rilevante, ma non è l’unico né il più importante momento di una democrazia che si pratica anche nelle strutture associative, connesse ma anche in parte autonome rispetto ai circuiti della rappresentanza.

Donatella della Porta

Testi